TECNOLOGIA

La questione delle “competenze tecnologiche” (o, per meglio dire, delle competenze di uso delle tecnologie a fini comunicativi) è di grande complessità, perché si rende necessaria una loro definizione, anche se solo in prima approssimazione, non solo per scolari e studenti, ma anche per gli insegnanti.

Le cosiddette TIC vanno infatti considerate da una parte come ambienti per l’acquisizione di competenze formative da parte di bambini e ragazzi e dall’altra come occasioni di facilitazione e potenziamento della loro opera di mediazione culturale da parte di maestri e professori, piuttosto che come oggetti di apprendimento che si vanno a aggiungere al percorso curriculare. Per tutti i soggetti, poi, un impiego consapevole e critico delle attuali tecnologie dell’informazione e della comunicazione si pone come elemento costitutivo (e condizione) della piena cittadinanza intellettuale.

La scuola è dotata di un’aula di informatica e di 13 LIM distribuite in diverse classi e alcuni laboratori.

Anche l’aula delle lingue è dotata di LIM connessa ad internet per motivare l’apprendimento delle lingue grazie a strumenti multimediali e per  favorire i contatti con realtà internazionali tramite piattaforme di e-learning.

piccoli prodotti multimediali

link a giochi didattici